Trasparenza, Glasnost, Transparency

Bitcoin Paper wallet

Data: 19 dic 2013


Sito on line dal 2003
Home page
email
Chi sono
Translation
𝒬uesta guida permette di avere un deposito sicuro per i propri bitcoin chiamato tecnicamente Paper wallet. Il deposito è un cartoncino che contiene il qrcode della private key che rappresenta l'unica possibilità di spendere i nostri bitcoin. Graficamente quello che desideriamo ottenere è una stampa di questo genere:

Paper wallet qrcode Public key---Indirizzo Bitcoin (inizia con "1")
che ci permetta di trasferire i nostri bitcoin all'indirizzo 1L7ixKfcGwoEYZF6kPBJSvxoydkVf6t43q e poi una stampa segretissima di questo genere:

Paper wallet Private key---Private key (lunga quasi il doppio)

che nessuno mai potrà conoscere. Per mantenere il segreto nella stampa della private key è necessario che il collegamento ad Internet non ci sia, è necessario che l'hard disk non ci sia, è necessario che il sistema operativo sia sicuro e senza virus, che la stampate non abbia hard disk, che il cellulare venga mantenuto distante dal cartoncino con la private key.

Vediamo i passi da fare nella guida di barbierir che è il nickname di un utente del forum bitcointalk.org.

Bitcoin - Come creare un Paper Wallet  v1.0 – 22/11/2013

Cosa serve?
  1. Un computer abbastanza recente
  2. Una stampante (senza hard disk interno)
  3. Dvd dell'ultima versione di Ubuntu (o un'altra distribuzione linux "live")
  4. Penna Usb.
  5. Eventuali cartoncini al posto della solita carta da stampa
  6. Uno smartphone
occorrente


 
1. Scaricare lo .zip di bitcoinaddress all'indirizzo: https://github.com/pointbiz/bitaddress.org e metterlo sulla chiavetta usb.

bitcoinaddress

2. Scaricare Ubuntu 13.10 all'indirizzo http://www.ubuntu-it.org/download (o altra distribuzione linux live) e masterizzarla su DVD.

sito ubuntu


3. Riavviare il computer col dvd di Ubuntu e scegliere la modalità live, senza installazione ...

Ubuntu grub

ecco Ubuntu pronto all'uso, la connessione a internet è disabilitata e per sicurezza niente cavi e router spento. L'obiettivo è che nessuno ci spii, quindi tenete lo smartphone senza batteria.


ubuntu desktop

4. Inserire la chiavetta usb, aprire il file bitcoinaddress.org.html che è dentro il file zip che è dentro la chiavetta...

chiavetta usb

si aprirà Firefox, andare alla scheda bitaddress.org.

firefox
 
Togliere la chiavetta usb. In questo modo la chiavetta non potrà memorizzare la private key che andremo a generare in seguito.

5. Collegare la stampante

stampate
 
...che in questo caso (una HP F350) viene riconosciuta senza problemi.

stampante riconosciuta
 
6. Tornare a bitaddress e generare un indirizzo da stampare uno per pagina.

bitaddress




Questo è il paper wallet ovvero la stampa su carta della coppia indirizzo bitcoin e private key.

paper wallet

Spegnere il computer e la stampante.

A questo punto abbiamo la private key che è stata generata e che non è venuta in contatto con nessun dispositivo di archiviazione né con Internet. Per una sicurezza estrema si può pensare di eliminare l'hard disk dal pc quando si esegue Ubuntu in modalità live. Comunque nel pc ci sono una serie di piccole memorie che potrebbero conservare la private key se per caso in Ubuntu fosse presente un virus molto sofisticato ma questa è una ipotesi quasi fantascientifica.

Adesso abbiamo il problema di trasferire l'indirizzo bitcoin stampato nel paper wallet in un pc collegato a Internet, per fare questo dobbiamo piegare a metà il paper wallet e nascondere all'occhio dello smartphone la chiave privata, la private key che nella immagine qui sopra è indicata con "spend", spendere.
 
8. Sullo smartpfone ci vuole un app per leggere i codici QR (qrcode)

app

...in questo caso barcode scanner. Ovviamente leggeremo solo l'indirizzo bitcoin mentre celeremo alla vista dello smartphone la private key. Si tenga presente che la videocamera potrebbe essere attivata da un virus del cellulare e quindi la private key non deve mai essere mostrata al cellulare.

Scansionare il codice della chiave pubblica ovvero l'indirizzo bitcoin, bitcoin address, quello indicato con load e verify che inizia con "1".

scan
 
Inviare l'indirizzo pubblico alla propria email.

email
 
5. Riaccendere il computer e andare alla propria casella di posta, c'è l'email con l'indirizzo.

gmail

Ultimo controllo e ... ok l'indirizzo bitcoin è giusto. (se ci sono telecamere collegate al pc tenere nascosta la private key alla loro vista o scollegare le telecamere)

controllo
 
Per finire copia&incollare l'indirizzo nel programma per i bitcoin e inviare l'ammontare desiderato al paper wallet.

client bitcoin

FINITO!

Da notare che non abbiamo copiato a mano l'indirizzo bitcoin perché è una operazione rischiosa: è facile confondere un carattere con un altro, uno zero con la lettera O maiuscola.

La stampa è bene farla con una laser in quanto le getto d'inchiostro fanno stampe che si dilavano con l'acqua.

Conservare il paper wallet lontano da occhi indiscreti e in posto sicuro, chiunque ne viene in possesso può spendere i nostri bitcoin. Se il paper wallet viene distrutto o perso non c'è modo di recuperare il nostro denaro.



Non dimenticatevi di mettere la vostra opinione: scrivete il commento, premete "Inserisci" e il commento è immediatamente pubblicato: grazie!




Questo articolo è stato commentato 2 volte.

Ultimo commento inserito da kensan martedì 28 giugno con il titolo: x paper wallet.

Commento:

> Complimenti bellissima guida e ben fatta.
> Nel caso io voglia un giorno riutilizzare i bitcoin del
> mio paperwallet cosa devo fare?

Innanzi tutto ti consiglio di non stampare assolutamente il paper wallet con una stampate a getto d'inchiostro (ink jet) ma di stamparla con una classica laser che usa la plastica come inchiostro la quale è molto duratura.

Se per caso hai problemi perché la getto d'inchiostro ti ha fatto una stampa che dopo un anno è sbiadita e devi recuperare il QR code, prova a leggere questo mio articolo per recuperare il qr code sbiadito:

http://www.kensan.it/articoli/QR_code_recupero.php

Quando hai la tua chiave privata (private key) puoi inserirla in un client bitcoin come Multibit Classic in un modo abbastanza semplice. Oppure puoi importarla su blockchain.info in modo ancora più semplice ma si tratta di un servizio on line che quindo ha diversi spazi di insicurezza.

Poi se non hai windows sarebbe tutto migliore.

Io ti consiglio di usare multibit classic su un sistema linux. Ubuntu va bene per iniziare.

https://multibit.org/releases/multibit-classic/

Se usi i client bitcoin basati su una serie di parole chiavi come multibit HD allora c'è il problema di trasferire i propri bitcoin e si è vincolati al client con diverse difficoltà nel fare trasferimenti tra un client e l'altro nel caso il nostro client diventi obsoleto, non più supportato, ecc.

La cosa migliore è un paper wallet (molti paper wallet uguali messi in posti sicuri) e un portafoglio non deterministico come Multibit classic.

Comunque ci sono servizi on line come blockchain.info dove puoi importare la tua private key e poi trasferire il denaro su un wallet deterministico come Multibit HD. I portafogli deterministici soffrono del problema che non sono standard per cui se vengono abbandonati dallo sviluppatore occorre trasferire il proprio denaro a un altro portafoglio supportato, se si perde il treno si è nei guai.

Sono molto interessato al problema per cui spero di essere stato esauriente, ciao.



Altri testi sullo stesso argomento li trovate elencati di seguito sotto l'argomento Bitcoin

Diaspora* button
-
Facebook button
0
Twitter button
-
Google+ button
0
LinkedIn button
0
TzeTze button
voti: 0
Data: 19 dic 2013
Letture di questo articolo: 3341
argomento: Bitcoin, articoli: Comprare bitcoin con PostePay, Moneta Bitcoin, Default di Cipro, Darkcoin, Negozi on line che accettano Bitcoin, Inviare bitcoin firmati, Comperare bitcoin

argomento: Progetti Liberi, articoli: Lettori MP3/Ogg per Linux, Memoria bootabile, Passare da XP a Linux Lubuntu, Le news su Thunderbird: seguire le discussioni, Immagini animate, Donazioni con bitcoin, Zeronet








Firefox: Riprenditi il web




Statistiche Europee d'uso dei browser 13/11/2018 :
Chrome...68%
Firefox..12%
Safari...6%
IE.......5%

Fonte: StatCounter

Borsa valori della moneta Bitcoin (13/11/2018):

prezzo di 1 bitcoin:
BTC 5637.21 €
LTC 44.03 €
IOTA 0.43 €


Fonte: coinmarketcap.com

Sostieni Wikileaks!
Se hai qualche bitcoin fai una donazione a wikileaks all'indirizzo:
1HB5XMLmzFVj8ALj6 mfBsbifRoD4miY36v

Queste sono le donazioni fatte fin'ora: 4043 bitcoin.




L'intero sito kensan.it ha avuto questi Share:

facebook: 8650
twitter: -
google+: 0
linkedIn: 0




IL TUO 5 PER MILLE PER GLI OSPEDALI DI EMERGENCY codice fiscale:
971 471 101 55




Uomo di Cheddar di 9'000 anni fa

Inglese di 9 mila anni fa ricostruito in base al DNA del Cheddar man il cui scheletro completo e ben conservato e stato ritrovato in Gran Bretagna. Aveva la pelle scura e gli occhi azzurri in base al DNA.

L’Uomo di Cheddar era un Homo Sapiens, era alto 166 centimetri e quando morì era intorno ai 20 anni. Faceva parte di una popolazione di cacciatori-raccoglitori, era intollerante al lattosio e agli amidi, aveva un sistema immunitario che lo difendeva da molte malattie. Quest'uomo è distante da noi solo 450 generazioni.

Lo spagnolo Uomo di La Braña, analogo a questo (pelle scura e occhi azzurri), era distante da noi solo 350 generazioni (7 mila anni).

Fonte: Nature
kensan logo Licenza Creative Commons 3.0
I miei testi sono sotto la Licenza "Creative Commons 3.0 Italia": se sei interessato a pubblicare i miei articoli leggi le note aggiuntive (Licenza di kensan.it) dove troverai anche le attribuzioni dei diritti per tutte le immagini pubblicate.
Questo sito memorizza sul tuo pc uno o più cookie di tipo tecnico, leggi l'informativa estesa.
Kensan geek site

e-mail
e-mail cifrata