Trasparenza, Glasnost, Transparency

iPhone

Data: 23 gen 2007


Sito on line dal 2003
Home page
email
Chi sono
Translation
ℒ'idea dell'iPhone mi sembra una conferma di un mio vecchio concetto: il computer più diffuso è il cellulare. In effetti il cellulare ha vendite enormi se paragonate ai pc venduti, i giovani sono molto più a loro agio di fronte a un dispositivo che permette poche possibilità ed è portatile.

L'iPhone aggiunge a tutte queste caratteristiche il fatto di potere riprodurre musica in grande quantità e il fatto di potere telefonare. Ormai i giovani sono abituati a telefoni complessi e l'avere installato un sistema operativo intuitivo come Mac Os X (una versione ridotta di Leopard secondo PI) non li spiazzerà.

La questione è di prospettiva e cioè se i pc rimpiazzeranno i cellulari o se i cellulari rimpiazzeranno i pc relegando i computer in una nicchia. Il fatto non è trascurabile se pensiamo che Bill Gates della Microsoft potrebbe vedersi il suo mercato ridursi a favore del mercato dei cellulari sempre più intelligenti e sempre più simili a un pc.



La mossa della Apple va in questa direzione e offre un computer per tutti che rende meno indispensabile l'ingombrante portatile marcato Microsoft. Rende meno indispensabile il pc per comunicare, per ascoltare musica, per giocare, per navigare in internet e per piccoli utilizzi.

L'iPhone è in effetti un piccolo computer portatile mancante di un monitor e di una tastiera, per il resto ha un sistema operativo di un pc Apple.

Dal mio punto di vista è una sfida interessante quella tra computer e cellulari anche se si potrebbe risolvere come si è risolta la sfida tra radio e televisione. Vedremo la seconda puntata, soprattutto se l'iPhone avrà successo e se saranno messi sul mercato dispositivi analoghi meno costosi e quindi alla portata di tutti.

Intanto il sistema operativo di casa Apple si appresta a divenire un SO con una quota di mercato del 20% facendo una seria concorrenza a windows di Microsoft.



Non dimenticatevi di mettere la vostra opinione: scrivete il commento, premete "Inserisci" e il commento è immediatamente pubblicato nell'area qui sotto color marroncino: grazie!






Altri testi sullo stesso argomento li trovate elencati di seguito sotto l'argomento Cellulare

Diaspora* button
-
Facebook button
0
Twitter button
-
Google+ button
0
LinkedIn button
0
TzeTze button
voti: 0
Data: 23 gen 2007
Letture di questo articolo: 2123
argomento: Cellulare, articoli: Internet via GPRS, Internet via GPRS Aggiornamento, Internet via GPRS (Test Drive), Internet via GPRS con Linux, Chiavetta Edge per Linux, Vendite degli smartphone, Market dei tablet mondiale

ball animated







Firefox: Riprenditi il web




Statistiche Europee d'uso dei browser 07/08/2019 :
Chrome...64%
Firefox..14%
Safari...6%
Edge.....6%

Fonte: StatCounter

Borsa valori della moneta Bitcoin (22/01/2020):

prezzo di 1 bitcoin:
BTC 7800.9 €
LTC 52.17 €
IOTA 0.22 €


Fonte: coinmarketcap.com

Chart from bitcoincharts.com

Chart bitcon in Euro (Kraken) da BitcoinCharts


Sostieni Wikileaks!
Se hai qualche bitcoin fai una donazione a wikileaks all'indirizzo:
1HB5XMLmzFVj8ALj6 mfBsbifRoD4miY36v

Queste sono le donazioni fatte fin'ora: 4043 bitcoin.




L'intero sito kensan.it ha avuto questi Share:

facebook: 17
twitter: -
google+: 0
linkedIn: 0




IL TUO 5 PER MILLE PER GLI OSPEDALI DI EMERGENCY codice fiscale:
971 471 101 55




Uomo di Cheddar di 9'000 anni fa

Inglese di 9 mila anni fa ricostruito in base al DNA del Cheddar man il cui scheletro completo e ben conservato e stato ritrovato in Gran Bretagna. Aveva la pelle scura e gli occhi azzurri in base al DNA.

L’Uomo di Cheddar era un Homo Sapiens, era alto 166 centimetri e quando morì era intorno ai 20 anni. Faceva parte di una popolazione di cacciatori-raccoglitori, era intollerante al lattosio e agli amidi, aveva un sistema immunitario che lo difendeva da molte malattie. Quest'uomo è distante da noi solo 450 generazioni.

Lo spagnolo Uomo di La Braña, analogo a questo (pelle scura e occhi azzurri), era distante da noi solo 350 generazioni (7 mila anni).

Fonte: Nature
kensan logo Licenza Creative Commons 3.0
I miei testi sono sotto la Licenza "Creative Commons 3.0 Italia": se sei interessato a pubblicare i miei articoli leggi le note aggiuntive (Licenza di kensan.it) dove troverai anche le attribuzioni dei diritti per tutte le immagini pubblicate.
Questo sito memorizza sul tuo pc uno o più cookie di tipo tecnico, leggi l'informativa estesa.
Kensan geek site

e-mail
e-mail cifrata