Cibo fatto solo di Mais

Data: 21 nov 2008


Sito on line dal 2003
Home page
email
Chi sono
Translation
𝒩ei supermercati troviamo una quantità enorme di cibo e di prodotti. Siamo onnivori e quindi ci aspettiamo di mangiare ogni giorno un diverso tipo di alimento. In pratica facciamo come i nostri antenati raccoglitori e cacciatori che si appoggiavano alla biodiversità presente in natura per alimentarsi correttamente: loro andavano a caccia e nella foresta e noi andiamo al supermercato.

Ma nei grandi negozi di alimentari troviamo veramente la biodiversità che trovavano i nostri antenati in natura?

Un libro ha riscosso molto successo, è di un certo Michael Pollan e da una risposta negativa alla domanda. Il libro s'intitola il dilemma dell'onnivoro e tra le spiegazioni più importanti vi è questa:

«Un supermercato americano ha in vendita 45 mila prodotti: più di un quarto contiene mais, ivi inclusi gli articoli non alimentari: dentifrici, cosmetici, pannolini, sacchi della spazzatura, detergenti, fiammiferi, batterie, persino la patinatura della rivista che vi ha incuriosito mentre eravate in coda alla cassa»

Se compriamo della carne siamo quasi sicuri che l'animale ha mangiato per tutta la sua esistenza null'altro che mais. La rivista scientifica PNAS ha pubblicato un lavoro che usa gli isotopi del carbonio e dell'azoto per scoprire di cosa è fatta la carne o meglio cosa ha mangiato l'animale e la risposta per quanto riguarda i fast food è stata: mais. Dalla mia esperienza estenderei i risultati relativi alla carne dei fast food a tutta o quasi la carne che troviamo in Italia al supermercato o in macelleria. Della stessa opinione pare anche Carlo Petrini di slow food.

Kensan.it


Quello che viene usato dall'industria alimentare e viene trasformato in cibo è mais, grano, soia e riso. Lo si vede girando per le strade d'Italia che si coltiva solo questo e questo alimenta gli animali e questo mangiamo. Dov'è la biodiversità che l'uomo onnivoro dovrebbe mangiare? Mi pare non ci sia o sia molto limitata.

Un detto dice che siamo ciò che mangiamo e se mangiamo soprattutto mais magari attraverso due stomaci, il nostro e quello della mucca, allora siamo fatti soprattutto di mais. In aggiunta i terreni su cui vengono coltivati i cereali sono per lo più sterili o molto malmessi e le sostanze nutritive vengono somministrate dall'esterno attraverso i concimi chimici.

Quindi il mais di cui siamo fatti deriva da sostanze derivate dagli idrocarburi per quanto riguarda i nitrati e da sostanze di miniera come i fosfati. Quindi anche la qualità del mais (ma anche degli altri cereali/leguminose, grano, soia e riso) è bassa e di derivazione in parte artificiale. Questo aspetto ha portato di recente una accusa di radioattività dei cibi che mangiamo per via di un isotopo, il polonio,  che si trova nelle miniere di fosforo.

L'agricoltura industriale sfama un numero enorme di persone ma ha anche molti aspetti negativi e soprattutto non mantiene le promesse che fa dalla vetrina del supermarket.



Non dimenticatevi di mettere la vostra opinione: scrivete il commento, premete "Inserisci" e il commento è immediatamente pubblicato nell'area qui sotto: grazie!






Altri testi sullo stesso argomento li trovate elencati di seguito sotto l'argomento Alimenti

Diaspora* button
-
Facebook button
0
Twitter button
-
Google+ button
0
LinkedIn button
0
TzeTze button
voti: 0
Data: 21 nov 2008
argomento: Alimenti, articoli: Latte di una volta, L'Inflazione, Il lato oscuro del biodiesel, Latte crudo, Cibo a kilometri zero, Rischi latte crudo, Pasta al glifosato

ball animated




Firefox: Riprenditi il web






A proposito dei giornalisti...

Non dico affatto che lei menta, dico che lei non sarebbe nel posto che occupa se non scrivesse quello che scrive.






La legge determina le condizioni in cui si esercita la libertà garantita alla donna di ricorrere all'interruzione volontaria della gravidanza.

Nuovo articolo della costituzione francese: libertà garantita






L'intervento sull'aborto della Onorevole Gilda Sportiello in merito agli antiabortisti nei Consultori, in cui racconta la sua storia: il personale è politico

Intervento della Onorevole del M5S Sportiello Gilda alla Camera dei Deputati
kensan logo Licenza Creative Commons 3.0
I miei testi sono sotto la Licenza "Creative Commons 3.0 Italia": se sei interessato a pubblicare i miei articoli leggi le note aggiuntive (Licenza di kensan.it) dove troverai anche le attribuzioni dei diritti per tutte le immagini pubblicate.
Questo sito memorizza sul tuo pc uno o più cookie di tipo tecnico, leggi l'informativa estesa.
Kensan site

e-mail
e-mail cifrata