Trasparenza, Glasnost, Transparency

Email professionale

Data: 21 ott 2017


Sito on line dal 2003
Home page
email
Chi sono
Translation
𝒫er avere una email professionale è necessario fare molte prove presso i vari fornitori di email. Nel mio caso ho provato Splhosting.com che è chiuso, PegasoHosting, Hosting99, Hostinger e ServerPlan. Non mi è stato possibile provare Aruba in quanto non offrono un servizio completo.

Quel che caratterizza una email professionale è senza dubbio la caratteristica di avere un indirizzo di secondo livello rappresentativo di se stessi. Per esempio @email.it non è professionale ma lo è @kensan.it. Poi ci sono alcune note tecniche che rendono l'email usabile oppure no e con cui mi sono scontrato.

Io ho tutti i miei domini di secondo livello su un unico hosting provider: PegasoHosting. Questo sia per comodità che per fiducia. Quindi  ho visto che Aruba contattata in chat non accetta di darmi una email con @kensan.it tenuta presso un fornitore di servizi terzo. Ecco una prima difficoltà: Aruba scartata.

Mi trovavo molto bene con il defunto Splhosting di Splatt, aveva tutte le carte in regola, poi passando a PegasoHosting ho visto una prima difficoltà e cioè non era possibile inviare alcuna email quando l'IP del mio computer risultava in qualche blacklist. Questo fatto di essere blacklistato dipende dall'ISP che mi da la connessione Internet, nel mio caso Wind e quindi è al di fuori del mio controllo.

Quindi PegasoHosting è scartata per avere una email professionale a meno di usare il server di invio della posta (SMTP) di un altro hosting. Sul server SMTP che accetta solo l'invio da un indirizzo email registrato presso l'hosting che mi da anche il server SMTP, mi sono scontrato con Hostinger, uno dei tanti fornitori di email che non mi sono piaciuti: Hostinger bocciato.

Per essere più chiari riguardo ad Hostinger il problema risiedeva nel fatto che l'email registrata presso di loro del tipo io@io.it poteva essere il mittente quando spedivo usando il loro server SMTP di invio della posta che era del tipo mx1.hostinger.it. Ma se dovevo inviare una email dall'indirizzo kensan@kensan.it che è registrato da un hosting provider differente da Hostinger, allora il server SMTP mx1.hostinger.it si rifiutava di spedirmi la missiva.

Io avevo bisogno di server SMTP intercambiabili in modo tale che se ho problemi con un server lo sostituisco con un altro e non ho l'email bloccata e non posso più inviare.

Hosting99 non è velocissimo ma funziona bene e non ha problemi, inoltre è estremamente economico ma ho difficoltà a definirla una email professionale. Per avere una email professionale occorre anche un buon filtro antispam ma questo è un tasto delicato in quanto il filtro può sbagliare e bloccare email utili. Inoltre chi ha una email pubblica riceve molte missive che non sono spam ma sono iscrizioni a servizi fatti non volontariamente.

Per adesso uso un filtraggio di Thunderbird (filtri bayesiani) con in più filtri ad hoc per tutte le newsletter non volute che finiscono nel cestino in modo automatico. Forse anche nell'email professionale è bene che sia l'utente e definire cosa sia spam e cosa non lo sia. Comunque per molti l'email professionale significa avere un servizio antispam tipo quello che fornisce Google.

Adesso sto provando ServerPlan che per telefono mi hanno confermato di non avere difetti come email professionale:
  • posso avere il dominio @kensan.it registrato esternamente
  • posso avere il mio IP blacklistato
  • posso usare il loro server SMTP anche con altre mie email
  • è veloce
Provandolo ho riscontrato che è vero: le caratteristiche qui sopra sono rispettate. Vedrò in seguito se ci saranno delle sorprese.

Forse l'unico difetto di ServerPlan è che permette di inviare email in un numero limitato di 100 al giorno ma credo di non avere mai raggiunto un tale limite e comunque è possibile l'upgrade a un servizio con massimo 300 email giornaliere inviate.

Ecco, più che un difetto il limite di 100 email è un pregio ed un motivo per cui sto provano i loro servizi. In effetti per mantenere la qualità di un server SMTP serve che non venga inviato spam in modo certo, questo al fine di non entrare nelle blacklist dove poi è molto difficile uscirne. Se il servizio di posta è buono e professionale deve avere il limite di invio oppure una serie odiosa di limitazioni come quella che ho elencato qui sopra: preferisco il limite di invio.

ServerPlan ha anche un altro limite e cioè si paga per ogni indirizzo email, ad esempio kensan@kensan.it e info@kensan.it si pagano come due servizi, se si hanno 5 email si pagano 5 servizi. Ogni servizio email parte da 6 euro. Queste le recensioni di questa azienda su TrustPilot dove raggiunge punteggi quasi di 10 su 10 e con un migliaio di commenti.



Non dimenticatevi di mettere la vostra opinione: scrivete il commento, premete "Inserisci" e il commento è immediatamente pubblicato: grazie!






Altri testi sullo stesso argomento li trovate elencati di seguito sotto l'argomento Internet

Diaspora* button
-
Facebook button
0
Twitter button
-
Google+ button
0
LinkedIn button
0
TzeTze button
voti: 0
Data: 21 ott 2017
Letture di questo articolo: 190
argomento: Internet, articoli: Censura (bavaglio alla rete delle reti), Fiorello Cortiana (partito dei Verdi), Internet via GPRS con Linux, Internet di una volta, Chiavetta Edge per Linux, Lo share di Repubblica e Corriere on line, Cambiare i DNS su Linux


1






Firefox: Riprenditi il web




Statistiche Europee d'uso dei browser 19/11/2017 :
Chrome...56%
Firefox..17%
IE.......8%
Safari...7%

Fonte: StatCounter

Borsa valori della moneta Bitcoin (20/11/2017):

prezzo di 1 bitcoin:
6653.66 €
LTC
DRK


Fonte: Bitcoincharts.com

Sostieni Wikileaks!
Se hai qualche bitcoin fai una donazione a wikileaks all'indirizzo:
1HB5XMLmzFVj8ALj6 mfBsbifRoD4miY36v

Queste sono le donazioni fatte fin'ora: 4025 bitcoin.




L'intero sito kensan.it ha avuto questi Share:

facebook: 6918
twitter: -
google+: 0
linkedIn: 0




IL TUO 5 PER MILLE PER GLI OSPEDALI DI EMERGENCY codice fiscale:
971 471 101 55
kensan logo Licenza Creative Commons 3.0
I miei testi sono sotto la Licenza "Creative Commons 3.0 Italia": se sei interessato a pubblicare i miei articoli leggi le note aggiuntive (Licenza di kensan.it) dove troverai anche le attribuzioni dei diritti per tutte le immagini pubblicate.
Questo sito memorizza sul tuo pc uno o più cookie di tipo tecnico, leggi l'informativa estesa.
Kensan geek site

e-mail
e-mail cifrata