Trasparenza, Glasnost, Transparency

Costi della Carta di credito

Data: 6 lug 2014


Sito on line dal 2003
Home page
email
Chi sono
Translation
ℐ costi della carta di credito Visa o Mastercard o postepay e i costi di paypal sono molto alti. Per farci capire con un esempio pratico prendiamo il sito di vendite on line di computer bpm-power.com e acquistiamo un PC da 1000 euro. Dopo averlo inserito nel carrello ci accingiamo a pagarlo e troviamo questa schermata:

sovraprezzo Visa e Mastercard

Si noterà senz'altro il sovraprezzo applicato alle carte di credito e per estensione pure con paypal che utilizza esso stesso le carte di credito come postepay (Visa) per ricaricare il conto.

€ 1.95 non sono molti soldi e sembrerebbe che i costi delle CC e di paypal non siano molto alti. In realtà se andiamo avanti nel pagamento ci viene chiesto se abbiamo un codice sconto e facendo una breve ricerca in Rete ci imbattiamo velocemente nello stesso sito bpm-power che propone:

Sconto bonifico

Ovvero chi paga con bonifico ha uno sconto dell'1% su tutti gli articoli. Facciamo adesso due conti sul prezzo del PC pagato con bonifico o con postepay/Visa/Mastercard/paypal.


postepay/Visa/Mastercard/paypal Bonifico
Sovraprezzo
€ 1.95
€ 0
Sconto
0%
1%
Prezzo PC
€ 1001.95
€ 990

La differenza tra i due prezzi non è poca ed è esattamente il costo delle carte di credito e di paypal: 1001.95 - 990 = 11.95 euro.

Questo è un esempio particolare ma veniamo ai calcoli della CGIA di Mestre che ha esaminato il prospetto informativo di 10 banche e ha valutato il costo del POS che come si sa è il sistema di pagamento con il bancomat e con le carte di credito che molti negozi fisici hanno.

Costi POS

La tabella della CGIA mostra le commissioni sull'incasso che su 100 mila euro sono di 2189 ovvero il 2.19%. Traducendo il nostro PC da 1000 euro se acquistato con il POS ha un costo delle carte di credito e del bancomat pari al 2.19% ovvero € 21.89. Da notare che il bancomat è molto economico e quindi i costi delle carte di credito sono superiori al 2.19% che è una media tra le due modalità di pagamento.

Costi carta di credito + bancomat
2.19%
Prezzo PC di listino
€ 1000
Prezzo PC acquistato con CC
€ 1021.89

Poi in realtà, come si vede dalla tabella della CGIA, il negozio si detrae fiscalmente circa metà delle spese delle carte di credito e quindi il rincaro è di circa 10 euro (1%) ma al circuito Visa, Mastercard e Paypal andranno 21.89 euro e quindi quello è il costo delle carte di credito.

Ho letto in Rete che un viaggiatore si è recato presso un'agenzia dei viaggi e ha acquistato un biglietto aereo. Voleva pagare con la sua fidata carta di credito e l'agenzia gli ha chiesto un sovraprezzo di 45 euro. Il tipo si è estremamente indignato ed è filato a casa a recuperare dei contanti per il pagamento del viaggio senza sovraprezzo.

Quando si va a fare il pieno di benzina e si paga col POS i benzinai addebitano il costo dell'operazione sul nostro conto corrente. In questo comunicato stampa dei gestori di carburanti si reclamano costi zero delle carte secondo una legge del Governo Monti che è scaduta all'inizio del 2014. Alcune banche non ci stanno e fanno pagare il servizio non ostante la legge, l'alternativa per le banche sarebbe quella di aumentare il costo del loro servizio per compensare le perdite economiche dovute alla legge.

Nella tabella pubblicata dai gestori del carburante si vede:

setefi costi carte

si vede come il costo delle carte sia di circa l'1%. Con un fatturato in benzina di 500 mila euro annui (1000 pieni al mese, 30 al giorno, 4 all'ora) si pagano dei costi annui di 6 mila euro che sono una grossa fetta dello stipendio del gestore di benzina. Si noti che si parla dell'1% di commissioni: un pieno di 100 euro di benzina costa per l'uso del POS grosso modo 1 euro che vanno a Visa/Mastercard/Bancomat.

Al contrario di queste mie illustrazioni di casi poco diffusi ci sono molte realtà di negozi fisici e on line che fanno lo stesso prezzo se si acquista con bonifico/contanti oppure con carta di credito/paypal/postepay: come è possibile? Vediamo di spiegare come si fa. Supponiamo che al negoziante le carte di credito costino l'1% su prezzo di un PC.

Se un PC costa 1000 euro e nel negozio fisico o virtuale metà dei clienti comprano con carta di credito e metà con bonifico/contanti, allora il negoziante mette in vendita quel PC al prezzo di 1000 euro più lo 0.5% ovvero 1005 euro. In tal modo quando un cliente compra con carta di credito il negoziante ci rimette 5 euro e quando il compratore compra con contanti o con bonifico il negoziante ci guadagna in più 5 euro che vanno a compensare le perdite di chi paga con carta di credito/paypal/postepay.

Conclusioni

Chi paga in contanti e con bonifico si trova tassato di diversi euro per compensare il costo delle carte di credito usate dai clienti più evoluti ma che credono che siano gratis. Alcuni negozi sono onesti e trasparenti come bpm-power e mostrano i costi reali facendo pagare agli utenti evoluti il costo delle loro carte di credito. Analogamente in settori a forte concorrenza come i benzinai se paghiamo col POS ci addebitano il costo delle carte.

Non si capisce perché non venga seguita la prassi di fare pagare i costi a chi usufruisce di un servizio come quello delle carte. Certe carte costano il 4%, il bancomat costa l'1% o meno, sarebbe giusto trovarli addebitati a chi usa questi servizi. Chi usa i contanti o il bonifico non è giusto debba pagare le comodità altrui.

In fine il costo delle carte è di circa il 2% e questo dovrebbe essere addebitato al cliente che non è giusto debba avvantaggiarsi delle detrazioni fiscali che poi ricadono sullo Stato ovvero sulle tasse che tutti noi paghiamo.

𝒜ℬ𝒞𝒟ℰℱ𝒢ℋℐ𝒥𝒦ℒℳ𝒩𝒪𝒫𝒬ℛ𝒮𝒯𝒰𝒱𝒲𝒳𝒴𝒵

Se siete persone comunicative non dimenticatevi di mettere la vostra opinione: scrivete il commento, premete "Inserisci" e il commento è immediatamente pubblicato: grazie!




lepre veloce



Altri testi sullo stesso argomento li trovate elencati di seguito sotto l'argomento Economia

Diaspora* button
-
Facebook button
0
Twitter button
-
Google+ button
0
LinkedIn button
0
TzeTze button
voti: 0
Data: 6 lug 2014
Letture di questo articolo: 16074
argomento: Economia, articoli: La Cina compra l'Occidente (geopolitica), La maturità dell'Italia (rating del debito pubblico), L'Inflazione, L'Inflazione ufficiale, Comprare bitcoin con PostePay, Primo acquisto in bitcoin, Costi di transazione dei Bitcoin


obiezione respinta logo
Segnalazioni rivolte al mondo femminile ma non solo, delle farmacie, degli ospedali e dei consultori che non rispettano la legge e che non offrono la pillola anticoncezionale, che non fanno IVG, che non danno la RU486, che trattano malissimo la paziente, che non danno la pillola dei 5 giorni dopo magari con la scusa che l'hanno finita. Ma anche le segnalazioni positive di buona sanità, di competenza e attenzione.
Mappa delle segnalazioni.



Firefox: Riprenditi il web




Statistiche Europee d'uso dei browser 19/08/2017 :
Chrome...54%
Firefox..20%
IE.......9%
Safari...6%

Fonte: StatCounter

Borsa valori della moneta Bitcoin (19/08/2017):

prezzo di 1 bitcoin:
3605.63 €
LTC
DRK


Fonte: Bitcoincharts.com

Sostieni Wikileaks!
Se hai qualche bitcoin fai una donazione a wikileaks all'indirizzo:
1HB5XMLmzFVj8ALj6 mfBsbifRoD4miY36v

Queste sono le donazioni fatte fin'ora: 4025 bitcoin.




L'intero sito kensan.it ha avuto questi Share:

facebook: 6605
twitter: -
google+: 61
linkedIn: 0




IL TUO 5 PER MILLE PER GLI OSPEDALI DI EMERGENCY codice fiscale:
971 471 101 55







Ciao Anonimo, commenta questo articolo!

Questo articolo è stato commentato 2 volte.

Ultimo commento inserito da kensan martedì 15 luglio con il titolo: costare?.

commenti abilitati per gli anonimi
Pubblicità
kensan logo Licenza Creative Commons 3.0
I miei testi sono sotto la Licenza "Creative Commons 3.0 Italia": se sei interessato a pubblicare i miei articoli leggi le note aggiuntive dove troverai anche le attribuzioni dei diritti per tutte le immagini pubblicate.
Questo sito memorizza sul tuo pc uno o più cookie di tipo tecnico, leggi l'informativa estesa.
Kensan geek site

e-mail
e-mail cifrata