Il software libero e la licenza GNU-GPL
Software Libero


1
Il software libero

“Non è solo una questione tecnica.” Questo hanno ripetuto molti speakers.

Secondo la definizione ufficiale della FSF è software libero quello al quale si applicano condizioni di licenza che garantiscono all'utente 4 libertà fondamentali:
  1.      la libertà di eseguire il software (usarlo);
  2.      la libertà di studiare come il software funziona, avendo accesso al codice sorgente;
  3.      la libertà di distribuire il software;
  4.      la libertà di modificare il software e ridistribuire copie del software modificate.
Il software libero costituisce oggi il fenomeno di costruzione collettiva di conoscenza codificata disponibile a tutti liberamente più importante nella storia dell'umanità. C'è software libero per un numero enorme di usi, tutto perfettamente funzionante.

Chi usa software libero sa di avere a portata di dita, con un piccolo impegno di facoltà intellettuali, un potenziale enorme. Agli albori dell'informatica il software era tutto libero: quando di software si occupavano soprattutto le università, la condivisione del codice sviluppato era la regola tra i programmatori.

Quando le imprese iniziarono ad interessarsi al software le cose cambiano e si iniziano ad introdurre regole che “proteggono” il software. Infatti sino agli anni '80 il software non era protetto né dal diritto d'autore né dai brevetti.


La licenza GNU-GPL

Fino a pochi anni fa era ancora possibile dire che “il software libero è cose da esperti”. Ma ormai soddisfa perfettamente tutte le esigenze gestionali di un utente medio.

Il software libero è oggi un'enorme ricchezza collettiva a disposizione di tutta l'umanità che è il risultato d'una idea geniale: la licenza GNU-GPL. La GNU-GPL è la prima e più importante tra le licenze di software libero, la licenza ufficiale della Free Software Foundation.

Un vero “hacking” del diritto: l'utente gode delle 4 libertà fondamentali a condizione che si impegni a garantire le stesse libertà a tutte le persone alle quali distribuisce a sua volta il software ricevuto e tutte le modifiche di questo.

Questo meccanismo di semplicità sorprendente ha reso possibile l'espressione armoniosa delle scelte altruistiche sulle quali si è costruito il patrimonio di software libero oggi disponibile.

La genialità della GNU-GPL sta nel fatto che incentiva comportamenti altruistici. E questo già dice qualcosa sul perché la gente del software libero è così speciale. Perché intorno al software libero si è riunita, all'interno della variegata comunità di persone che la compongono, un numero altissimo di persone per le quali l'aspetto etico delle proprie scelte nella vita è fondamentale.
Continua >>>
Ciao Anonimo, commenta questo articolo!

NON ci sono ancora COMMENTI per questo articolo :

commenti abilitati per gli anonimi
Commenti sperimentali
by kensan & Mp
kensan logo Licenza Creative Commons 3.0
I miei testi sono sotto la Licenza "Creative Commons 3.0 Italia": se sei interessato a pubblicare i miei articoli leggi le note aggiuntive (Licenza di kensan.it) dove troverai anche le attribuzioni dei diritti per tutte le immagini pubblicate.
Questo sito memorizza sul tuo pc uno o piĆ¹ cookie di tipo tecnico, leggi l'informativa estesa.
Kensan geek site

e-mail
e-mail cifrata
Sandro kensan

kensan.it Geek&Hacker site Owner, 11 lug 2005