Trasparenza, Glasnost, Transparency
Continuando a navigare su questo sito
accetti i Cookie.


Kensan geek site


Ru 486
Data: 19 feb 2008
ultima modifica: 31 lug 2009

Sito on line dal 2003



Searle CytotecL'organizzazione Women on waves distribuisce via Internet per 70 € la Ru 486 in tutti quegli stati in cui è illegale abortire. Si tratta di una società no-profit olandese che è stata anche protagonista di servizi giornalistici televisivi perché si occupa di noleggiare grandi navi che al largo degli stati anti abortisti, permettono di praticare l'aborto.

Il sito web di riferimento è women on waves in cui ci sono tutte le informazioni utili. In particolare il sotto-sito women on web si occupa della distribuzione della pillola dietro un contributo volontario. Il sito è in inglese e in molte lingue ma non in italiano.

Mi chiedo se è legale acquistare un farmaco come l'Ru 486 da una farmacia on-line anche se un medico straniero offre una consulenza. So però che molti maschietti comprano il viagra via Internet. Comunque si tratta di un farmaco con una certa pericolosità e che viola la legge 194.

Inoltre dovrebbe essere disponibile negli ospedali la Ru-486 dall'inizio 2010, visto che è stata pubblicata in Gazzetta ufficiale la delibera dell'AIFA. Silvio Viale è fiducioso che ci sarà abbastanza (error) disponibilità di questa tecnica abortiva negli ospedali ad esclusione di quelli più clericalizzati e politicizzati dalla classe dirigente cattolica.

Dr.ssa Rebecca GompertsLa direttrice di Women on Waves è la dottoressa olandese Rebecca Gomperts. Il sito Luca Coscioni riporta una lunga intervista (error) a Rebecca. Qui il resoconto di una campagna delle "donne sulle onde". Dal sito e da alcuni reportage giornalistici ho compreso che la nave con sopra l'ambulatorio usata dall'associazione woman on waves ha ottenuto la licenza a praticare l'IVG secondo la legge olandese sull'interruzione della gravidanza (la WAZ), autorizzazione rilasciata dal Ministero della Salute, Sicurezza (safety) e Sport. Quindi la nave dell'aborto di women on waves è autorizzata dal proprio Stato e agisce nella piena legalità.

Ricordo che in Italia l'aborto è legale ed è fissato dalla legge 194. Inoltre la Ru-486 è in sperimentazione e verrà presto distribuita tramite gli ospedali, il riconoscimento da parte del sistema sanitario nazionale è questione di pochi mesi.

Si tenga presente che la RU 486 ovvero l'aborto farmacologico è efficace fino alla 9a settimana di gravidanza (64 giorni).

Il sito women on waves l'ho trovato tramite il bel articolo (error) di Flavia Amabile su La Stampa web. Per quanto riguarda il Cytotec che viene spesso usato come pillola abortiva segnalo (error) l'articolo sul sito di Luca Coscioni. Si noti che il Cytotec è un farmaco che ha come effetto collaterale la terminazione di una gravidanza, è un gastroprotettore quindi non è indicato per questo uso se non abbinato alla Ru 486.

La Ru 486 ha come principio attivo il Mifeprisone (anche conosciuto come Mifepristone, RU486, RU or Mifeprex, la pillola abortiva o mifegyne) che provoca la spontanea espulsione del feto dall'utero.

Sul sito della Dtt.ssa Rebecca si dice:
The best and safest way a woman can do an abortion herself until the 9th week of pregnancy is with the use of two medicines called Mifepristone (also known as the abortion pill, RU 486, Mifegyn, Mifeprex), and Misoprostol (also known as Cytotec, Arthrotec, Oxaprost , Cyprostol, Mibetec, Prostokos or Misotrol).
A medical abortion done this way has a success rate of more than 97%.
Si afferma cioè che il migliore modo per abortire da se stesse entro la 9a settimana di gravidanza è con l'uso combinato di Ru 486 e di Cytotec. L'IVG fatto in questo modo ha una possibilità di successo di oltre il 97%.

La Ru486 ha una efficacia elevata (su wikipedia si dice 95%) mentre il Cytotec ha efficacia nell'80% dei casi (90% secondo Rebecca).

In pratica prima si assume la Ru e poi si assume il Cytotec che provoca le contrazioni dell'utero.

Per quel che riguarda la pericolosità della Ru-486 e del Cytotec riporto le parole (error) di Rebecca, direttrice della barca che effettua aborti negli stati che non lo permettono rimanendo al largo: "il Viagra ha un tasso di mortalità superiore rispetto a quello dell'aborto farmacologico".

Su noblog una ragazza di nome Rossella ha pubblicato la sua esperienza. È interessante leggere i problemi che ha incontrato e il dettaglio temporale della cura farmacologica. Anche Chiara ha pubblicato la sua esperienza.

Ricordo ancora che in Italia l'aborto è legale ed è fissato dalla legge 194, consultare il proprio medico di fiducia per avere ulteriori informazioni sulla Ru 486.

Aggiornamento 8 giu 2008: Ho trovato un interessante documento che riguarda la Ru486 usata in Svizzera da molti anni. Dal 1999 la Mifegyne (Ru-486) è autorizzata e accessibile in gran parte degli ospedali e degli studi medici ginecologici. Nel 2006 più del 50% delle interruzioni di gravidanza nel paese si sono fatte con questo metodo.

In base alla loro quasi decennale esperienza non è necessaria l'ospedalizzazione mentre i rischi di tale metodo sono pari ai rischi del metodo tradizionale. La mortalità dell'IVG con la Mifegyne è di circa 0,6 ogni 100 mila pazienti e corrisponde a quella dell'intervento chirurgico nel primo trimestre. Il parto invece ha una mortalità pari a 5 casi ogni 100 mila pazienti cioè è tra 8 e 10 volte più rischioso. Quindi partorire è estremamente più rischioso che abortire sia con la Ru 486 che con l'intervento chirurgico.

Quando esiste la libertà di scelta della donna riguardo al metodo di IVG da seguire allora le percentuali del metodo farmacologico sono piuttosto alte e vanno dal 50% della Svizzera al 30% della Francia e della Svezia.

Il documento linkato descrive il metodo da un punto di vista pratico e fornisce molte informazioni.

Aggiornamento 11 lug 2008: Un articolo della BBC parla del sito women on web, braccio esecutivo di women on waves, e del fatto che "venda" la pillola abortiva Ru486. La notizia è stata ripresa da molti giornali italiani del mainstream come La Repubblica. Dall'articolo si capisce che una rivista ha condotto un mini sondaggio (credo senza valore statistico) e ha fatto alcune domande a 200 utenti del sito che hanno comprato la pillola. Diverse persone si dicono contente del servizio di questo sito, qualcuna ha dovuto ricorrere a cure mediche.

Interessante è come il servizio venga svolto: "Women on Web si è tenuto in contatto con me via e-mail. I medicinali sono arrivati attraverso la dogana, appropriatamente impacchettati, con il foglietto medico completo e la firma di un medico."

Si noti che la Ru486 viene distribuita solo nei paesi in cui l'accesso all'aborto è fortemente ristretto e alle donne che dichiarano di essere sotto le nove settimane di gravidanza. L'intero articolo della BBC tradotto in italiano è disponibile nel sito di mondodonna/blogosfere.

Un articolo del giornale cattolicissimo Il messaggero, cita le parole di Silvio Viale, super esperto di Ru 486, il quale non demonizza l'uso di questa pillola via web: 

«Iniziamo col distinguere l'aspetto legale da quello medico. Chi acquista su Internet un farmaco vietato nel proprio Paese, viola le leggi. Ma dal punto di vista sanitario non corre particolari pericoli. Basta che a casa arrivi il farmaco vero e proprio, e che sia corredato dalle corrette informazioni, anche sul luogo in cui rivolgersi in caso di complicazioni»

Equador campagnaAggiornamento 12 ago 2008: Wow, women on waves, ha lanciato una campagna abortista in Equador che invita le cittadine di quel paese che avessero fatto una scelta abortista a chiamare il numero pubblicizzato con modalità guerrilla. Il numero è una hotline che fornisce informazioni sull'uso del cytotec. La campagna è realizzata da una associazione locale e da women on waves.

In Equador le donne che abortiscono rischiano da 1 a 5 anni di carcere. La grande statua che si vede a lato è la vergine di Panecillo situata su una collina che sovrasta la città di Quito. Il numero della hotline è (593) 099004545. I diritti della foto sono di (photo by Mrova). Il giornale El telegrafo ha pubblicato una intervista a Rebecca che pare abbia avuto l'idea.


Aggiornamento 24 dic 2008: Metto qui il link all'articolo di Repubblica dove viene intervistato chi ha scoperto la Ru 486. Si tratta di un testo molto facile da leggere in cui il professor Emile-Etienne Baulieu si rattrista per il ritardo dell'Italia nel dare alle sue cittadine la pillola che lui chiama anticongestionale. La scoperta è ormai del lontano 1982 e il prof Baulieu ha 82 anni: il nostro paese è in ritardo di 27 anni.

Una frase del prof è «La Ru486 è un simbolo che il Vaticano non ama perché la scienza si è alleata con il femminismo» e poi cita quello che è stato detto da un Ministro francese, Claude Evin, che si è battuto per l'introduzione della Ru in Francia: «Quella medicina è proprietà morale delle donne», l'articolo è molto carino, da leggere.

Tramite il sito vita di donna ho letto l'informativa che la nazione elvetica (Svizzera) fa firmare alle donne italiane che vogliono interrompere la gravidanza tramite la Ru 486 e il Cytotec: «Gentile Signora, La prego di leggere attentamente le seguenti informazioni:
L'aborto con il Mifegyne non comporta rischi particolari. Per ottenere i medicamenti, deve presentarsi al mio studio a Zurigo, ove eseguo un esame ginecologico con ecografia vaginale. L'intera consultazione dura circa 40 minuti. L'invío dei medicamenti per posta, come pure la consegna ad altre persone (anche a medici), sono assolutamente proibiti. ecc, ecc.»

Aggiornamento 4 apr 2010: Flavia Amabile, giornalista de La Stampa, ha scritto una interessante inchiesta sull'acquisto via web della Ru 486. Dice Flavia:
È semplice come acquistare un libro, o una vacanza. Per procurarsi una pillola Ru486 e poter abortire a casa, bastano una carta di credito, un computer, un collegamento a Internet e un centinaio di euro circa.
L'acquisto è stato fatto da un sito non specificato che ha fornito il farmaco e non un falso farmaco. La giornalista spiega come si è orientata per scegliere il negozio on-line ma certamente non è chiaro come evitare le truffe al di la dei problemi sanitari nell'usare il farmaco senza l'ausilio di un medico.

Aggiornamento 15 set 2011: Un metodo contraccettivo che stenta ad essere introdotto in Italia è la pillola EllaOne che permette la protezione dalla gravidanza fino a 5 giorni (120 ore) da un rapporto sessuale a rischio. L'efficacia è stimata nel 98% dei casi. Come al solito Internet viene in aiuto anche se in Italia la pillola non viene ancora importata.

EllaOne è disponibile in moltissimi paesi e tramite il sito 121doc si può fare un consulto medico e acquistare la pillola per 60 euro in 24 ore. È possibile comprare pagando al corriere la cifra oppure tramite pagando tramite postepay. 121doc è ubicata in Gran Bretagna, Londra. Queste le valutazioni dell'azienda 121doc fatte dai compratori tramite un sito indipendente. Una piccola guida.


Altri testi sullo stesso argomento li trovate elencati di seguito sotto l'argomento Farmaci

share this
Sandro kensan Data: 19 feb 2008
ultima modifica: 31 lug 2009
Letture di questo articolo: 16385
argomento: Farmaci, articoli: Ritalin che non serve (di una mamma), Test chimici sugli orfani (Americanate), Ritalin (l'anfetamina dei bambini)

argomento: Salute, articoli: Pandemia H5N1 (Aggiornamento), Pandemia, Cultura Occidentale, Aborto, Pandemia messicana

argomento: Politica, articoli: Fiorello Cortiana (partito dei Verdi), Democrazie dai piedi d'argilla, Stampa clandestina, Censura a Facebook, Tutte le guerre americane, Denunzia di appartenenza alla razza ebraica, Tecnocontrollo


Firefox: Riprenditi il web




Statistiche Europee d'uso dei browser 22/12/2014 :
Chrome...48%
Firefox..26%
IE.......17%
Safari...5%

Fonte: StatCounter

Borsa valori della moneta Bitcoin (22/12/2014):

prezzo di 1 bitcoin:
266.97 €
112.81 LTC
DRK


Fonte: Bitcoincharts.com

Sostieni Wikileaks!
Se hai qualche bitcoin fai una donazione a wikileaks all'indirizzo:
1HB5XMLmzFVj8ALj6 mfBsbifRoD4miY36v

Queste sono le donazioni fatte fin'ora: 3882 bitcoin.




IL TUO 5 PER MILLE PER GLI OSPEDALI DI EMERGENCY codice fiscale:
971 471 101 55




Donazioni Wikimedia Italia






Ciao Anonimo, commenta questo articolo!

Questo articolo è stato commentato 11 volte.

Ultimo commento inserito da Anonimo domenica 22 novembre con il titolo: Bloghissimo.com.


commenti abilitati per gli anonimi
Pubblicità
www.kensan.it Licenza Creative Commons 3.0
I miei testi sono sotto la Licenza "Creative Commons 3.0 Italia": se sei interessato a pubblicare i miei articoli leggi le note aggiuntive dove troverai anche le attribuzioni dei diritti per tutte le immagini pubblicate.
Questo sito usa Google AdSense come sistema pubblicitario e memorizza sul tuo pc uno o più cookie, leggi l'informativa sulla privacy che ti riguarda.
Kensan geek site

e-mail