Trasparenza, Glasnost, Transparency

Il nuovo BIOS ovvero UEFI

Data: 20 gen 2004


Sito on line dal 2003
Home page
email
Chi sono
Translation
ℐl primo gradino per introdurre nel mondo dei PC la tecnologia Palladium è stato fatto. Prossimamente, nel giro di un paio d'anni o anche meno, avremo tutti sulla nostra scrivania un fiammante PC con un nuovo tipo di BIOS.

Si tratta di un Basic I/O System non più di tipo elementare ma di tipo complesso, chi ha letto le specifiche parla di un piccolo sistema operativo. La pillola amara riguarda il DRM ovvero il software per la gestione dei diritti d'autore ovvero il primo mattone di Palladium.

Il secondo mattone sarà l'introduzione di microprocessori che si occupano di gestire comunicazioni sicure all'interno del pc, quindi ci saranno le schede madri con tecnologie sicure, chip Fritz, schede certificate ecc, ecc.

L'ultimo gradino dovrebbe essere il nuovo sistema operativo Longhorn che potrà girare in modo sicuro.

Non mi voglio spingere più in là ma solo esprimere la mia soddisfazione per vedere le mie ipotesi di tipo tecnico e di tipo sociale avverarsi. I passi sono piccoli e molto addolciti ma la Microsoft sta portando avanti i suoi piani con la collaborazione dei grossi nomi e con quella della massa degli utenti.

Vorrei fare notare due spiegazioni di fatti reali. Il primo è l'enorme ritardo accumulato dal sistema operativo che dovrebbe succedere a Windows XP. Forse qualcuno se lo sarà chiesto come mai ogni due anni usciva un nuovo Sistema Operativo (SO) mentre in questi anni e nei prossimi non uscirà nulla. La risposta è semplice e riguarda il colpaccio che Microsoft spera di portare a segno, il controllo dei PC (controllo da parte della società di certificazione) tramite certificazione dei programmi che dovranno girare nell'ambiente Palladium ovvero in Longhorn.



Il secondo fatto è l'interesse di aziende come Intel e AMD ad appoggiare l'iniziativa di Microsoft ad avere un sistema operativo e hardware blindato. Rispetto a ditte asiatiche senza connessioni con Gates, i due colossi dei microprocessori hanno fitti interessi incrociati con Redmont e un hardware integrato con Longhorn, come è nel funzionamento di Palladium, le mette in posizione privilegiata.

Il processo è inarrestabile e mette oggi la sua prima pietra, inizia il conto alla rovescia per avere il controllo dei PC da parte dei poteri forti. Il lato per alcuni positivo è una società più controllata, non si sa se più sicura e più giusta.

Stay tuned, il secondo mattone sarà posato presto, chi è interessato sarà avvisato della seconda novità. Informazioni approssimative sul funzionamento di Palladium basate sulla crittografia a chiave pubblica, sul mio sito: Palladium, principio di funzionamento.

Per l'origine della notizia si veda Punto-informatico.

Aggiornamento maggio 2005: La Microsoft sta perdendo mercati importanti come quello cinese che ha svoltato con decisione verso sistemi Linux. A questo punto non sono sicuro che la ditta di windows voglia giocare tutte le sue carte nel blindare l'hardware con Palladium.

Il mercato cinese produce computer a basso prezzo che sarà integrato molto bene con turbolinux a breve. Facilmente arriveranno queste macchine anche in Europa e la posizione monopolistica di Microsoft potrebbe essere messa a rischio da una scelta decisa verso Palladium.

D'altra parte la questione della pirateria sta montando anche in Italia e sta sensibilizzando molti politici sulla problematica, Palladium risolverebbe il problema, quindi potrebbe essere una scelta politica il favorirlo con una legislazione europea o con disincentivi per chi non blinda il proprio pc.



Non dimenticatevi di mettere la vostra opinione: scrivete il commento, premete "Inserisci" e il commento è immediatamente pubblicato: grazie!




Questo articolo è stato commentato 1 volta.

Ultimo commento inserito da Anonimo domenica 8 marzo con il titolo: ms mi fa kaka.

Commento:

allora vuol dire che non comprero un pc in futuro



Altri testi sullo stesso argomento li trovate elencati di seguito sotto l'argomento GnuPG

Diaspora* button
-
Facebook button
0
Twitter button
-
Google+ button
0
LinkedIn button
0
TzeTze button
voti: 0
Data: 20 gen 2004
Letture di questo articolo: 1549
argomento: GnuPG, articoli: Chiave Pubblica (di Sandro kensan), Palladium, Anonymous Remailer (GnuPG e la posta elettronica), Gestione delle password (Sicurezza), La sicurezza di una password, Anonymous remailer - manuale


1






Firefox: Riprenditi il web




Statistiche Europee d'uso dei browser 12/12/2017 :
Chrome...57%
Firefox..17%
IE.......8%
Safari...7%

Fonte: StatCounter

Borsa valori della moneta Bitcoin (13/12/2017):

prezzo di 1 bitcoin:
14004.46 €
LTC
DRK


Fonte: Bitcoincharts.com

Sostieni Wikileaks!
Se hai qualche bitcoin fai una donazione a wikileaks all'indirizzo:
1HB5XMLmzFVj8ALj6 mfBsbifRoD4miY36v

Queste sono le donazioni fatte fin'ora: 4041 bitcoin.




L'intero sito kensan.it ha avuto questi Share:

facebook: 7030
twitter: -
google+: 0
linkedIn: 0




IL TUO 5 PER MILLE PER GLI OSPEDALI DI EMERGENCY codice fiscale:
971 471 101 55
kensan logo Licenza Creative Commons 3.0
I miei testi sono sotto la Licenza "Creative Commons 3.0 Italia": se sei interessato a pubblicare i miei articoli leggi le note aggiuntive (Licenza di kensan.it) dove troverai anche le attribuzioni dei diritti per tutte le immagini pubblicate.
Questo sito memorizza sul tuo pc uno o più cookie di tipo tecnico, leggi l'informativa estesa.
Kensan geek site

e-mail
e-mail cifrata