Trasparenza, Glasnost, Transparency

Carta di Identità Elettronica (CIE)

Data: 19 mar 2005


Sito on line dal 2003
Home page
email
Chi sono
Translation
Nella nuova Carta di Identità Elettronica (CIE) verranno immessi molti dati poi conservati dal ministero dell'Interno. Il governo ha dichiarato che intende rendere la CIE obbligatoria con tanto di rilevazione delle impronte digitali di ogni cittadino.

In marzo 2005 è capitato uno spiacevole attacco cracker all'anagrafe elettronica del comune di Roma, pare che dei malintenzionati (pirati) abbiano prelevato molti dati personali. Tramite la denuncia di un candidato della lista Storace, all'onorevole Alessandra Mussolini con la sua lista "Alternativa Sociale" sono state contestate un certo numero di firme false necessarie per rendere valida la presentazione della sua lista alle elezioni.

Misteriosamente i dati in possesso del collega di Storace coincidono con i dati personali rubati dai pirati.

Inoltre questi farabutti erano in possesso delle password esatte e non si capisce come possano averle ottenute. Pare abbiano agito tramite i computer della Laziomatica, società afferente alla regione Lazio capeggiata dal Governatore uscente Storace, concorrente politico della Alessandra Mussolini.

Alternativa Sociale è stata esclusa (e poi riammessa) dalla competizione elettorale proprio tamite la denuncia delle firme false fornite da un candidato della lista Storace.

Nella CIE ci saranno molti dati personali, si parla anche di dati medici oltre che di impronte digitali, firma e forse anche impronta dell'iride, mi chiedo se saranno usati dal Ministero dell'Interno per motivi leciti e secondo la legge.

Durante il G8 sembra quasi certo (dai processi in corso) che si siano fabbricate le prove per avere la scusa di pestare a sangue i ragazzi della scuola Diaz di Genova. Ho avuto l'impressione che le Istituzione non avessero simpatia per i manifestanti, vorrei sperare che mai e poi mai si usassero le nuove possibilità contro ragazzi che manifestano.

In mancanza di certezze sull'onesta dei nostri politici considero le nuove possibilità di schedatura della popolazione, come la Carta di Identità Elettronica, una sciagura.

Se siete persone comunicative non dimenticatevi di mettere la vostra opinione: scrivete il commento, premete "Inserisci" e il commento è immediatamente pubblicato: grazie!




lepre veloce



Altri testi sullo stesso argomento li trovate elencati di seguito sotto l'argomento Privacy

Diaspora* button
-
Facebook button
0
Twitter button
-
Google+ button
0
LinkedIn button
0
TzeTze button
voti: 0
Data: 19 mar 2005
Letture di questo articolo: 4664
argomento: Privacy, articoli: Chiave Pubblica (di Sandro kensan), Crackdown Autistici/Inventati (Genoa social forum), Dati personali (privacy), Palladium, Metadati telefonici, Cambiare i DNS su Linux, Diffida Antispam


Firefox: Riprenditi il web




Statistiche Europee d'uso dei browser 26/03/2017 :
Chrome...53%
Firefox..21%
IE.......9%
Safari...6%

Fonte: StatCounter

Borsa valori della moneta Bitcoin (26/03/2017):

prezzo di 1 bitcoin:
849.55 €
LTC
DRK


Fonte: Bitcoincharts.com

Sostieni Wikileaks!
Se hai qualche bitcoin fai una donazione a wikileaks all'indirizzo:
1HB5XMLmzFVj8ALj6 mfBsbifRoD4miY36v

Queste sono le donazioni fatte fin'ora: 4021 bitcoin.




L'intero sito kensan.it ha avuto questi Share:

facebook: 6112
twitter: -
google+: 57
linkedIn: 0




IL TUO 5 PER MILLE PER GLI OSPEDALI DI EMERGENCY codice fiscale:
971 471 101 55







Ciao Anonimo, commenta questo articolo!

Questo articolo è stato commentato 1 volta.

Ultimo commento inserito da Anonimo venerdì 1 aprile con il titolo: e io pure.

commenti abilitati per gli anonimi
Pubblicità
kensan logo Licenza Creative Commons 3.0
I miei testi sono sotto la Licenza "Creative Commons 3.0 Italia": se sei interessato a pubblicare i miei articoli leggi le note aggiuntive dove troverai anche le attribuzioni dei diritti per tutte le immagini pubblicate.
Questo sito memorizza sul tuo pc uno o più cookie di tipo tecnico, leggi l'informativa estesa.
Kensan geek site

e-mail
e-mail cifrata